Pulcinella e Zampalesta nella Terra dei Fuochi

Credits: lameziasummertime.it

Visto il 31 marzo al Chiostro di San Domenico di Lamezia Terme: non avrei mai immaginato che uno spettacolo di marionette potesse emozionarmi così tanto.

È stato una bellissima scoperta, fatta grazie ad un caro amico che ne ha curato l’organizzazione. La bellezza di questo spettacolo sta nella sua alchimia fatta di tradizione nella tecnica, perché Gaspare Nasuto e Angelo Gallo utilizzano meravigliosamente delle marionette prese dalla tradizione, e contemporaneità nel tema affrontato: lo scempio ecologico della Terra dei Fuochi, che viene affrontato dai diversi punti di vista che i personaggi incarnano. Suggestivo ed emozionante. Per quanto mi riguarda potrebbe appartenere alla Poesia, ma non mi sbilancio solo perché non sono un gran conoscitore dell’ambito. Soltanto un’ultima riflessione: con questo spettacolo capisci come, chi sa fare Arte, possa far diventare delle marionette veri e propri attori, mentre invece chi sa fare solo intrattenimento, faccia diventare delle persone in carne ed ossa, delle marionette.


Aggiornamento del 14/05/2019

Correzione: come scritto sopra, “non sono un gran conoscitore dell’ambito” e infatti ho commesso un errore, che però è importante. Nello spettacolo non c’erano marionette, ma burattini a guanto e, in particolare, della tradizione delle “guarattelle”: differenza non da poco, per chi è addetto ai lavori. Io invece, da ignorante, avevo messo tutto nella categoria ‘marionette’… pardon 🙂

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.