Versi-Cerebrali

Miei versi che riguardano l’intelletto, soprattutto nella sua attività teoretica e astratta (quindi separato dalla sensibilità e dall’esperienza). Il colore di questi versi è il giallo, il colore dell’ambiguità: simbolo di vitalità luminosa e, nello stesso tempo, di subdola oscurità. L’ambiguità è il carattere tipico degli intellettuali.

Il Bello dell’Economia

“Nel nostro tempo la sventura consiste nell’analfabetismo economico, così come l’incapacità di leggere la semplice stampa era la sventura dei secoli precedenti” Ezra Pound l’economia esiste perché esistono l’acquirente e il venditore / i cui interessi si contrappongono oltre il dicibile / l’economia è una scienza sociale che cerca di trovare la soluzione migliore / Continue reading Il Bello dell’Economia

Una Verità Statistica è Poesia

Una verità è un invito a diffidare dalla “media di Trilussa”:quella per cui, se tu mangi due polli e io digiuno,risulta che abbiamo mangiato un pollo l’uno.In quest’era di social e iper-comunicazione,solo la Poesia ci può condurre alla Ragione.In quest’era dove si discute tanto, quasi a un livello animale,solo la Poesia può penetrare il Reale.L’ignoranza Continue reading Una Verità Statistica è Poesia