Miei versi che riguardano il corpo astrale: la sublimazione delle nostre emozioni, liberate dalle necessità del corpo, a cui accede solo chi è cosciente. Il colore di questi versi è il nero, la mancanza di luce, il colore del silenzio. Che ci fa paura e che invece dovremmo apprezzare, perché fa risaltare qualsiasi altro colore.

Articoli

Il Senso?

Istanbul (İstanbul)

Istanbul sembra tante cose, ma non è nessuna di queste. Più di tutti sa che il tempo passa e tutto cambia. Scorre sfuggendoti e ti coinvolge carnale. Sa che il bene, in fondo non è bene e il male, in fondo non è male. Istanbul, tutto si deve trasformare – Scritta il 21 gennaio 2012 […]

Haiku dell’Errore

Quando succede l’irreparabile, è successo tutto ciò che si doveva riparare. Specchiati nel tuo errore. – Scritta il 21/12/2013, al Pronto Soccorso “Vannini” di Roma. Dopo una magnifica serata.

Marocco (المملكة المغربية)

Lingue di sabbia su lame di pietra, mai così tanta paura ho avuto del rosso. Spezzata dal verde, con l’oasi addosso. Rudi nei visi le piene emozioni. Odoro visioni… sento intuizioni… – Scritta il 4 settembre 2009. Il Marocco è una terra magica. Tra poco andrò in una terra molto simile. Giusto per ricordarmi di […]

Quando Sei Felice

Quando sei felice, non pensi più a niente.

Tamigi (River Thames)

Questo fiume porta sempre al mare, questa temporalità all’eterno deve portare,