Lo scritto, come diceva CB, è il “morto dell’orale”. Questo tag tratta di libri e di parole scritte, ma non di tutte: è dedicato soltanto a quelle buone, quelle che possono cambiare la tua visione della realtà in meglio e che sono autorevoli, non autoritarie. Per la cronaca: leggo soprattutto saggi, esoterismo e letteratura in versi (narrativa e romanzume vario, solo quando ne vale la pena).

Articoli