Acquisto Prima Casa: guida e informazioni utili (#Consumati)

Per la rassegna #Consumati, un elenco curato di guide e informazioni utili, su uno dei momenti più importanti della vita di ognuno/a: l’acquisto della prima casa.

Soltanto una premessa: io già ci sono passato un po’ di anni fa, quindi scrivo per esperienza personale… il che, naturalmente, non mi rende un esperto! Scritta questa ovvietà, chiarisco che il punto di partenza, in qualsiasi compravendita immobiliare, è semplice: quanti soldi hai da anticipare. Da lì non scappi, che i soldi siano tuoi, o dei tuoi (genitori).

I soldi da anticipare

Per darti un’idea degli importi, ti propongo una simulazione: immaginiamo di voler comprare una casa del costo di 100mila € a Roma e vediamo qual’è l’anticipo da sostenere, con uno schemino semplice-semplice basato su dati reali (ho modificato le cifre, ma le percentuali sono esattamente quelle da me sostenute de facto). Di seguito:

Esempio spese per anticipo Acquisto Prima Casa
Credits: elaborazione dati di MΔB

Come puoi notare, al valore della casa devi sommare circa un 10% di spese extra, per intermediari vari: ad esempio, nella tabella sopra da 100mila € si arriva a 109.080 € e tu devi calcolare che, sul totale, dovrai anticipare il 26-27%. Questo, ovviamente, è un calcolo “a bocce ferme”, cioè fatto su Roma nell’anno 2015: tu dovrai adattarlo alla tua specifica situazione, ma immagino che nelle grandi città, o città d’arte simili, le variazioni percentuali siano minime e, in ogni caso, potrai utilizzare lo schema adattandolo al contesto in cui avviene la compravendita. Ci sarebbe da fare una serie di riflessioni sugli intermediari e in particolare sulle agenzie immobiliari, che si muovono in assoluta libertà in uno spazio lasciato vuoto dalla legge, mangiandosi la fetta più grossa di ogni compravendita. Ma a loro dedicherò le mie attenzioni in un post specifico… 😈

Il Mutuo

A quanto scritto sopra, c’è da aggiungere l’altra parte fondamentale di ogni acquisto della prima casa: il mutuooohhh, che mette paura ai più. Il mio invito è a riflettere sul fatto che un affitto lo paghi comunque, a meno che non occupi case abusivamente… quindi il blocco è solo emotivo, non razionale: inoltre, spesso ti costa meno la rata del mutuo che l’affitto. Anyway, la migliore guida per i mutui rimane quella di MutuiOnline.it, senza dubbio alcuno: leggila bene perché, credimi, quando ti troverai a dover contrattare le condizioni, ti tornerà utile perché almeno capirai un minimo di cosa stanno parlando… che è sempre meglio di fare finta di aver capito!

Guide e informazioni utili

Chiudo, con un elenco di link a risorse utili per l’acuisto della prima casa: troverai delle guide specifiche e delle informazioni generiche perché, nel frattempo, ci sono state varie novità sulle agevolazioni e sulle tasse. Enjoy:

One comment

  1. Ho dimenticato di inserire un particolare che riguarda sia l’anticipo, che il mutuo: la Banca, almeno nel 2015, di solito concedeva mutui che coprivano al massimo l’80% del valore dell’immobile. Quindi ecco perché si arriva al 26-27% di anticipo: perché il 20% lo devi possedere solo come anticipo per il proprietario, tra proposta, compromesso e rogito. Naturalmente, se riesci a strappare alla banca una percentuale più alta… sei bravo/a 🙂

    Rispondi

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.