Escher

Creidts: M. C. Escher, "Giorno e Notte", 1938

Creidts: M. C. Escher, “Giorno e Notte”, 1938

Finalmente! Era da una vita che volevo visitare una mostra di Escher e ci sono riuscito ieri. Lui è un’artista (incisore e grafico, nello specifico) che mi ha sempre colpito. Non avevo mai approfondito la sua storia, ma ero sempre rimasto impressionato dalle sue immagini che, solo in apparenza, sembrano degli esercizi stilistici. Infatti, il suo continuo gioco con la percezione ti spinge ad aprire il pensiero. Un’apertura che sta a metà tra il gioco della fantasia e il rigore della matematica. Stimolante. Qualche pensiero sparso su questa mostra:

Continua a leggere