Decreti Attuativi: il Lato Oscuro delle Leggi

551d504fed71bUn aspetto del potere legislativo di cui non si parla mai… ma proprio mai! Di solito la cronaca parlamentare si concentra molto sulla discussione in Parlamento, giustamente. Anche perché ci sono due buoni motivi: ci si può concentrare di più sugli aspetti futili delle leggi (le dichiarazioni dei politici, le opinioni della ggggente e via giugioneggiando) e si può scrivere ciò che si vuole, cosa che i giornalisti adorano fare in modalità “a-vanvera”. Eppure, tra l’approvazione di una legge e la sua attuazione, cioè come concretamente inciderà sulla società, c’è di mezzo il mare. E questo mare si chiama Decreto Attuativo.

Continua a leggere

Il Voto sul #JobsAct: per non dimenticare

Ne ho scritto anche qualche giorno fa, sul Jobs Act e sulle sue conseguenze “reali”. Però, c’è un dato importante sulla votazione che ne ha sancito l’approvazione alla Camera e che non va dimenticato: oltre il 40% dell’Aula ha rifiutato la responsabilità politica sul provvedimento. È importante ricordarsi questa votazione e i nomi di chi se n’è lavato le mani. Ma non per vendetta.

Continua a leggere

Approvazione delle #leggi: come effettuarla bene, in tempi così stretti?

legge-elettoraleThis is the question. È di ieri la notizia dell’incontro tra Napolitano e Renzi, per definire i tempi per chiudere due fondamentali riforme: quella elettorale e quella costituzionale. Mica pizza e fichi, insomma. I “tempi” stabiliti, prevederebbero l’esame di oltre mille emendamenti in sole due settimane… la cosa è stata denunciata, con una lettera alla Boldrini, da M5S, Lega e Sel come una “tagliola annunciata” alla Camera. Ciò che mi chiedo è: quanto capiranno, i super-geni dei nostri parlamentari, di queste leggi e relativi emendamenti? Lo so che scopro l’acqua calda, ma per riforme di questa portata mi sembra incredibile questo modo di procedere. Se si aggiunge a ciò anche l’utilizzo sfrenato della fiducia, nell’approvazione delle restanti leggi, è lecito pensare che si stia andando sempre di più verso una forma dello Stato autoritaria?