in L'Andazzo Generale

I primi Decreti Attuativi del #JobsAct

Credits: morasta.it

Credits: morasta.it

Come già scritto in un post di circa quattro mesi fa, si dovevano aspettare i decreti attuativi, per capire di che pasta è fatto veramente il Jobs Act. E i primi sono usciti… ed è subito magia! Infatti, quei grandi showman del Governo hanno già creato la prima illusione: in pratica, hanno scoperto adesso che le risorse per coprire le spese degli sgravi contributivi previsti dal contratto a tutele crescenti, non ci sono… et voilà le jeux sont faits! Ma la cosa veramente magica, quasi romantica, è che ora li vorrebbero trovare con una nuova tassa: il “contributo di solidarietà”, una clausola di salvaguardia chiesta espressamente dalla Ragioneria dello Stato, per porre rimedio agli errori di previsione del Governo. Hai seguito il trucco? Il Governo prima prevede uno sgravio contributivo per le nuove assunzioni a tutele crescenti e poi, visto che ha sbagliato i calcoli, introduce una nuova tassa proprio per i beneficiari dello sgravio. Magico. C’è ancora tempo fino al 16 giugno per tutti i decreti attuativi, chissà cosa hanno ancora in serbo per noi questi piccoli David Copperfield!

Commenta

Commento