in L'Andazzo Generale

#Immigrati residenti nei Comuni italiani: un po’ di numeri

immigrati-in-Italia1Argomento caldo di questi giorni e pieno di speculazioni di ogni sorta. Non è male riportare qualche dato, così da non perdere di vista la realtà. Nell’ultimo lavoro dell’IFEL (Istituo per la Finanza e l’Economia Locale), commissionato dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), si evidenzia come gli immigrati risiedano più al nord, che al sud. Nonostante giungano qui in Italia più dalla seconda area, che dalla prima. Basti pensare che, su un totale di quasi 5 milioni di immigrati, quasi 3 milioni risiedono nel nord Italia e nel sud solo briciole. Non è un caso che la Lega sia nata e abbia attecchito soprattutto al nord, allora. Però, sarebbe curioso conoscere le risacche di sfruttamento in Lombardia, ad esempio, che ne contiene da sola più di 1 milione (su un totale di quasi 10 milioni di abitanti). Eppure non mi sembra di ricordare qualche reportage giornalistico sulle condizioni misere dei rifugiati in Lombardia. O forse lì non viene sfruttato nessuno? Ammetto di essere abbastanza ignorante su quest’argomento, ma questi dati a me stupiscono, viste le campagne di informazione che vengono condotte per spiegare il fenomeno dell’immigrazione. A quando dei dati, con degli approfondimenti ragionati, da parte delle istituzioni? Con risposte a domande del tipo: quali sono i lavori, nello specifico, che gli stranieri stanno rubando agli italiani? Quanto ci stanno costando i centri di accoglienza? Che stime abbiamo sui lavoratori in nero impiegati dagli italiani? Quanti dagli stranieri stessi? E queste sono solo domande a caso…

Commenta

Commento