in L'Andazzo Generale

Status speciale per il #crowdfunding

Questa la novità contenuta in una circolare del 19 gennaio, del Ministero dello Sviluppo Economico. In particolare, si sancisce che qualsiasi attività nata da una raccolta di fondi tramite soggetti non imprenditoriali, possa essere classificata come “start-up innovativa”. Pertanto queste start-up a vocazione “sociale”, vanno iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese.

Commenta

Commento